Home / Dischi / ALBEDO “Metropolis” (Massive Arts/ V4V)

ALBEDO “Metropolis” (Massive Arts/ V4V)

Long Exposure Star Trail Vortex Image

Giunti al quarto album i milanesi Albedo si trovano a dover riuscire nella difficile impresa di mantenere le promesse fatte due anni fa con il loro acclamato “Lezioni di Anatomia”, disco che ha portato il gruppo ad attirare le attenzioni della stampa specializzata.
“Metropolis” è un lavoro impegnativo con tutto il bagaglio che un titolo simile può portarsi dietro, e l’ascoltatore si trova letteralmente ad accompagnare il protagonista di questo concept album in un lungo viaggio, che lo porterà a lasciare la propria casa per cercare migliore fortuna nella misteriosa e lontana città protagonista del famoso film di Fritz Lang, un cammino lungo e impervio che spingerà l’io narrante a fare i conti con il proprio vissuto emotivo e familiare.
Se spesso il termine “concept album” può far nascere il dubbio di avvicinarsi a lavori pretenziosi, e diciamolo, spesso non propriamente marchiati dalle stigmate del ritmo, qui la tensione narrativa tiene viva l’attenzione per tutta la mezz’ora abbondante del disco, vuoi per l’interpretazione appassionata di Raniero Federico Neri(la cui voce spesso si avvicina a quella di Nathan Willet dei Cold war Kids, vedi “Astronauti”), vuoi per la tempesta di chitarre che sorregge una scrittura convincente e, cosa spesso rara oggi in Italia, matura.
Brani come “I miei nemici” oppure “Tutte le strade” con la loro incisività non lasciano indifferenti, così come il piano dolente  che accompagna il testo de “La Profezia” costituisce una piacevole sorpresa.
In generale in un lavoro simile a risultare vincente è l’atmosfera che avvolge tutte le composizioni, quel senso di mistero che si dipana un brano dopo l’altro, portando l’ascoltatore a sentirsi coinvolto in prima persona nel destino del protagonista di queste dieci tracce.
Se questo viaggio ideale rappresenta anche il percorso artistico della band possiamo dire che per loro il traguardo verso importanti risultati non è poi così lontano, a patto che i ragazzi una volta arrivati non si perdano nei meandri dell’enigmatica e tentacolare città di Metropolis.

Commenta!

Stefano D'Elia

Stefano D'Elia
Dj e animatore di ROCK YOUR HEART, il sabato rock del LALLA WAHLALLA di Pescara, diventa, nel 2013 gestore dello stesso locale. Autore di racconti, vince nel 2011 il concorso di narrativa Montesilvano Scrive con “Gozzilla il 9 maggio 1978”. Nel 2014 pubblica per l'editore Noubs la raccolta di racconti “Non potevamo fare altro”.